Questo sito utilizza cookies proprie e di terzi per una migliore esperienza e migliori servizi. Se continui con la navigazione intendiamo che ne accetti l'utilizzo. Per ulteriori informazioni, visita la nostra pagina web. Politica sui cookie

Il binomio Haulotte-Kohler non è più una novità  da quando, lo scorso anno, l'azienda francese leader mondiale nel settore delle piattaforme aeree e dei sollevatori telescopici ha scelto il motore KDI 3404 per alcuni modelli della gamma di sollevatori telescopici HTL, nelle versioni destinate ai mercati soggetti alle normative Stage IV/Tier 4 Final. Una soluzione, questa, posiziona i telescopici Haulotte in linea con le più restrittive normative in materia di emissioni delle macchine off-road.

Le relazioni fra le due aziende hanno vissuto recentemente anche un momento di simbolico rafforzamento in un'occasione dai risvolti decisamente inusuali. Campo da gioco, la First Lego League, il campionato mondiale di scienza e robotica nato nel 1998 negli Stati Uniti da un accordo tra il colosso danese dei mattoncini e FIRST, associazione americana che si occupa di valorizzare la scienza e la tecnologia, coinvolgendo bambini e ragazzi in attività formative di apprendimento scientifico per aiutarli a scoprire il mondo della tecnologia attraverso i famosi mattoncini Lego. Teatro della tappa italiana del calendario 2017 è stato infatti il quartier generale di Reggio Emilia di Kohler Engines, che ha messo a disposizione della manifestazione gli spazi della propria sede. Ed è proprio in questi stessi spazi che nei due giorni dell'evento ha fatto bella mostra di sè proprio una delle macchine Haulotte.

All'ingresso del campo di gara, infatti, il sollevatore telescopico Haulotte HTL 4017 è stato una presenza dal forte valore simbolico, con cui Haulotte ha voluto ribadire anche in un contesto inusuale, ma proprio per questo particolarmente significativo, la proficua collaborazione fra i due brand.

"La scelta di essere presenti a un'iniziativa di valore educativo come questa" ha dichiarato Nicola Violini, Direttore Generale di Haulotte Italia, "non è naturalmente casuale. Rappresentare simbolicamente, attraverso uno dei nostri modelli di maggiore successo, i risultati che la collaborazione fra due aziende ognuna leader nel proprio mercato consente di raggiungere è una scelta di comunicazione precisa, con la quale abbiamo inteso ribadire la nostra sensibilità e attenzione a quanto di più avanzato la tecnologia può oggi offrire".

Una testimonianza di impegno importante, quella di Haulotte, che nel quadro di un evento dedicato alle generazioni di domani assume un significato ancor più forte.