Questo sito utilizza cookies proprie e di terzi per una migliore esperienza e migliori servizi. Se continui con la navigazione intendiamo che ne accetti l'utilizzo. Per ulteriori informazioni, visita la nostra pagina web. Politica sui cookie

  • Yale & Towne lanciò il suo primo carrello elettronico elevatore sul mercato di movimentazione dei materiali nel 1920.
  • I festeggiamenti del centenario coincidono con l'ampliamento della gamma di carrelli Yale® alimentati con batterie agli ioni di litio.
  • Yale è orgogliosa della propria tradizione, che le ha consentito di acquisire tutto il know-how e i punti di forza sui cui basa la sua continuità di leader del settore.

 Sulla spinta della crescente tendenza dei clienti a improntare le proprie scelte verso la minimizzazione dell'impatto ambientale, nel settore della movimentazione dei materiali sta aumentando rapidamente il ricorso alle soluzioni alternative di alimentazione. Per Yale, l'idea di ricorrere a soluzioni alternative di alimentazione è una concezione che iniziò già 100 anni fa.

Nel 1920, Yale & Towne lanciò il suo primo carrello elettronico elevatore sul mercato di movimentazione dei materiali. Con questa prodotto, unitamente ad un'ampia gamma di attrezzature per la movimentazione dei materiali, nacque ufficialmente il marchio Yale.

Da allora, Yale ha continuato senza sosta a sviluppare le proprie soluzioni di alimentazione, applicando la propria filosofia 'Persone, Prodotti, Produttività" per comprendere le sfide e le problematiche dei clienti e come affrontarle e risolverle al meglio.

Orgogliosi del proprio passato, entusiasti per il futuro!

Le soluzioni elettriche e le soluzioni alternative di alimentazione hanno avuto un ruolo importante nella storia di Yale.

  • Nel 1920 Yale and Towne introdussero un nuovo carrello elevatore con piattaforma per piccole alzate alimentato a batteria.
  • Nel 1930, Yale sviluppò inoltre sistemi innovativi quali servosterzo, carrelli a controllo centrale, sterzo reversibile e utilizzò per la prima volta nei motori elettrici l'isolante al silicone di classe H resistente alle alte temperature.
  • Nel 1964 Yale introduce un'ulteriore innovazione producendo i primi carrelli elevatori a controllo elettrico (SCR, Silicone Controlled Rectifier).
  • Yale inaugurò il suo stabilimento di Greenville, nel Nord Carolina per la produzione dei carrelli elettrici nel 1974.
  • Nel 2009 è stata introdotta una nuova generazione di carrelli controbilanciati elettrici.

"A livello aziendale siamo profondamente orgogliosi del nostro patrimonio e raggiungere questo traguardo centenario è qualcosa a cui tutti i nostri dipendenti, i fornitori e i clienti possono essere orgogliosi di aver contribuito", ha affermato Iain Friar, Yale Brand Manager, EMEA.

"Anche se tradizionalmente ben radicata a livello globale, Yale dimostra la sua lungimiranza investendo in tecnologie quali le soluzioni robotizzate e le fonti di alimentazione alternative. La gamma Yale® riflette la tendenza di un settore industriale ora più attento che mai al proprio impatto ambientale.

"Dopo 100 anni dalla nascita del primo transpallet a batteria per prelievi a basso livello, le tradizionali batterie al piombo acido continuano a essere di gran lunga la più diffusa soluzione di alimentazione delle macchine elettriche addette alla movimentazione dei materiali".

In concomitanza del centenario dalla nascita del primo carrello elettrico, Yale è lieta di annunciare l'ampliamento della propria gamma di carrelli alimentati con batterie agli ioni di litio, che saranno installate di serie sui modelli selezionati.