L'ELENCO DELLE AZIENDE
Contatta direttamente le aziende

Impianti di emergenza da terra per evacuatori fumo e calore

  • Possono essere ad attivazione elettrica o pneumatica


Richiesta di preventivo e/o di informazioni

 

Si è verificato un errore e non è stato possibile inviare l'informazioneNon è stato possibile inviare parte dell'informazione.
Per favore, provi ancora
Per favore, provi ancora

Informazione dettagliata del prodotto Impianti di emergenza da terra per evacuatori fumo e calore

Secondo le normative di riferimento, gli impianti di evacuazione fumo e calore devono poter essere attivati anche da stazioni di emergenza poste in luoghi sicuri e di facile accesso agli operatori preposti alla sicurezza. Questi possono essere ad attivazione elettrica o pneumatica

Impianti elettrici

L'impianto ad attivazione elettrica è costituito da una centralina che fornisce l'energia elettrica agli attuatori installati sui dispositivi di evacuazione fumo e calore. La centralina si compone di un alimentatore edi una batteria tampone.

Impianti pneumatici

Gli impianti pneumatici possono essere interni, esterni, con box di ozono o di CO2. 

Impianto pneumatico esterno: l'impianto ad attivazione pneumatica realizzato esternamente all'edificio è costituito da una dorsale ad 1 o 2 tubo/i in rilsan.  

L'impianto è ancorato a supporti adeguati a ciascuna tipologia di copertura. Il collegamento tra la dorsale e ciascun evacuatore di fumo e calore (EFC) avviene mediante 1 o 2 tubo/i in teflon protetto/i da una doppia calza di acciaio. L'impianto è raccordato a uno o più box ad azoto/CO2 per il controllo e l'attivazione da remoto degli EFC.

Impianto pneumatico interno: l'impianto ad attivazione pneumatica realizzato internamente all'edificio è costituito da una dorsale ad 1 o 2 tubo/i in rame giuntati da raccordi ispezionabili (pressione massima garantita: 150 bar). Il fissaggio a parete e all'intradosso della copertura avviene mediante idonee staffe ancorate per mezzo di viti o tasselli. Il collegamento tra la dorsale e ciascun evacuatore di fumo e calore (EFC) avviene mediante 1 o 2 tubo/i in teflon protetto/i da una doppia calza di acciaio. L'impianto è raccordato a uno o più box ad azoto/CO2 per il controllo e l'attivazione da remoto degli EFC.

Box ad azoto/co2: viene impiegato negli impianti pneumatici di attivazione remota in emergenza degli EFC, siano essi realizzati internamente o esternamente agli edifici. I box devono essere posizionati all'interno dell'edificio in luogo sicuro e di facile accesso agli operatori addetti all'antincendio.

Altri prodotti di questa azienda

.P-CTA-10772110