Questo sito utilizza cookies proprie e di terzi per una migliore esperienza e migliori servizi. Se continui con la navigazione intendiamo che ne accetti l'utilizzo. Per ulteriori informazioni, visita la nostra pagina web. Politica sui cookie

Quando in RCM si è deciso di immettere in gamma una piccola lavapavimenti uomo-a- bordo si sono valutate, come ovvio, tutte le opzioni tecniche e strutturali che portassero ad una macchina robusta, efficiente, affidabile ma anche abbastanza economica da risultare conveniente rispetto ad una uomo-a-terra.

Dove la convenienza si misura anche, o forse soprattutto, nei benefici che derivano all'operatore che se ne sta seduto anziché camminare.

Questo, a sua volta, genera l'aspettativa di una maggiore resa oraria della coppia uomo/macchina con benefici economici a chi l'ha pagata.

Di questo RCM è convinta e coerentemente con ciò ha scelto di montare su KILO un vero e proprio sedile che non sarà  una "Frau" ma neanche la misera panchetta, magari senza schienale, che si trova su tutte le altre macchine del segmento.

Certo, un sedile vero (e anche regolabile, come optional) è più costoso della parete di serbatoio che serve da seduta ma quanto valgono quegli euro in più, nel tempo, in salute dell'operatore e portafogli di chi ha pagato la macchina?