L'ELENCO DELLE AZIENDE
Contatta direttamente le aziende

Haulotte incontra i noleggiatori. Tecnoeleva, una scommessa vincente

  • 23/03/2011, San Giuliano Milanese - Milano

  • Una flotta ampia, diversificata e costantemente aggiornata. Una struttura commerciale e di assistenza efficiente e reattiva. Una costante tensione al miglioramento dei livelli di servizio. Tutto questo è Tecnoeleva.
  • Azienda Haulotte Italia

 

Richiesta di preventivo e/o di informazioni

 

Si è verificato un errore e non è stato possibile inviare l'informazioneNon è stato possibile inviare parte dell'informazione.
Per favore, provi ancora
Per favore, provi ancora

Il nostro tessuto imprenditoriale è fatto di una miriade di piccole realtà aziendali che hanno fatto della creatività e reattività agli stimoli del mercato il loro principale punto di forza. Aprendo molto spesso la strada a nuovi mercati, in momenti e realtà locali su cui non era facile scommettere. Lo ha fatto, vincendo, la pugliese Tecnoeleva, un'organizzazione di noleggio che ha puntato con decisione su questo canale conquistando nell'arco di pochi anni eccellenti risultati. Come? Ce lo ha raccontato Francesco Gelao, amministratore dell'azienda con sede a Bitonto (BA).

Il percorso imprenditoriale della vostra azienda è senza dubbio originale: può ripercorrerne per noi le tappe più importanti?

Tecnoeleva nasce intorno alla metà degli anni ‘90 come ramo d'azienda della Fratelli Fiore di Bitonto, realtà specializzata nel settore dei traslochi; un'area operativa, quindi, molto distante dal mondo dell'edilizia, ma in cui il noleggio delle attrezzature di sollevamento era già uno strumento piuttosto diffuso. Fu una visita al Saie di Bologna, e il contatto con un importante costruttore di piattaforme aeree, a dare il la all'idea imprenditoriale di Tecnoeleva, nata da un'approfondita ricerca di mercato che ci aveva fatto intuire un grande potenziale ancora inespresso. I primi investimenti portarono all'acquisizione di quindici piattaforme; all'epoca una piccola scommessa, considerando anche il fatto che nel sud Italia l'edilizia e l'impiantistica industriale erano terreni ancora relativamente inesplorati per il noleggio. Un vantaggio, per certi versi, data la mancanza di forti competitor, ma con tutte le difficoltà di creare un mercato di fatto ancora inesistente intorno a una formula che certo non apparteneva alla mentalità delle imprese locali. L'approccio è stato fin dall'inizio improntato alla massima professionalità grazie a formule contrattuali definite, una gestione informatizzata dell'attività e un parco macchine cresciuto di pari passo con il profilo delle richieste. Il risultato di questo percorso è la attuale Tecnoeleva: una realtà importante, che occupa oltre 20 dipendenti fra meccanici, impiegati, personale commerciale e operatori, forte di una flotta di 300 macchine tipologicamente ben diversificate, che attinge a svariati profili di clientela.

Come si compone attualmente il vostro parco noleggio?

La flotta di cui disponiamo ci permette di coprire pressoché ogni esigenza operativa nel settore del sollevamento. Dalle autogru di taglia più compatta, in particolare nelle versioni su autocarro, alle grandi gru telescopiche, segmento in cui operiamo in partnership con un altro distributore di zona, per arrivare alle piattaforme che rappresentano il nostro pezzo forte e proponiamo in una grande profondità di gamma: autocarrate di taglia piccola, media e grande, speciali cingolate e semoventi, piattaforme a forbice per altezze fino a 43 metri, ponteggi elettrici a colonna e a funi, ma anche ascensori per edilizia e autoscale, rivolte soprattutto al settore della riqualificazione e manutenzione edile. Il tutto per un profilo di clientela piuttosto variegato comprendente, oltre alle imprese edili che valgono circa il 40% del nostro mercato, società specializzate in impiantistica industriale, installatori e manutentori.

Come avete approcciato un settore per voi all'epoca sconosciuto come quello delle costruzioni?

Passo per passo, naturalmente, ma fin da subito con un'impostazione aziendale ben strutturata, fatta di formule contrattuali ben precise, un ventaglio completo di servizi accessori, tariffe correttamente calibrate, un'ottica di massima collaborazione con il cliente e, naturalmente, una flotta a noleggio cresciuta in armonia con le richieste del mercato locale.

L'attuale mercato del sollevamento si caratterizza per una notevole competitività fra marchi: come scegliete i vostri partner fornitori?

Si tratta naturalmente di un mix di fattori in cui rientrano, accanto alle ovvie considerazioni sulla qualità della macchina e a un equilibrato rapporto qualità prezzo, condivisione di strategie e obiettivi commerciali, supporti tecnici e di marketing e, da non dimenticare, relazioni personali improntate alla fiducia e alla collaborazione. Il rapporto con uno dei nostri partner oggi più importanti, Haulotte, è nato proprio così, innanzitutto fra persone più che fra aziende: un primo investimento, nel 2006, confermato in maniera importante nel 2007, e una relazione che si è sviluppata nel tempo sempre all'insegna della massima collaborazione. Naturalmente il nostro ruolo ci impone di diversificare l'offerta e i marchi proposti; di conseguenza sono numerosi i costruttori rappresentati nella nostra flotta, ad esempio Merlo e Manitou per citare alcuni fra i più noti. Ma l'impronta che cerchiamo di dare alle nostre relazioni commerciali rimane sempre la medesima.

Un'impronta che peraltro ha importanti ricadute anche sul fronte dell'assistenza tecnica e della formazione alla sicurezza...

Senza dubbio. In primo luogo, la gestione di una flotta molto diversificata come la nostra presuppone un costante aggiornamento del personale di assistenza, attività che viene condotta in stretta collaborazione con i nostri partner fornitori. Ma anche sul versante della sicurezza il nostro impegno è decisamente importante. Dallo scorso giugno siamo centro di formazione ufficiale Ipaf e Ispesl, e promuoviamo un'importante attività di formazione - con il rilascio di attestati di abilitazione all'utilizzo delle macchine - in accordo con il CFRM - Centro di Formazione e Ricerca Macchine del Gruppo Merlo. A queste attività abbiamo dedicato un'aula per i corsi teorici e una parte del piazzale per le esercitazioni pratiche. E i riscontri, in termini di partecipazione, sono stati più che soddisfacenti.

Quello che stiamo attraversando è certamente un periodo difficile; eppure sono numerosi i progetti che avete intrapreso...

In effetti abbiamo reagito con decisione e creatività alla crisi, che ci ha fornito l'occasione per concretizzare alcuni progetti da tempo in cantiere. Sotto il profilo della struttura aziendale abbiamo ad esempio realizzato un software gestionale più idoneo alla nostra attuale realtà operativa, inserito due ulteriori officine mobili nella nostra organizzazione di assistenza e nuovo personale destinato agli interventi in cantiere, nell'ottica di un costante miglioramento del servizio. Un secondo importante passo, tutt'ora in via di sviluppo, è la creazione di un software proprietario per la gestione del parco macchine, integrato con un sistema GPS che ci consente il controllo remoto dei parametri di funzionamento e delle eventuali problematiche e non ultimo, costituisca un deterrente contro i furti. Tutto ciò accompagnato da un rinnovamento della comunicazione aziendale, finalizzato a un rafforzamento dell'immagine del marchio Tecnoeleva e di tutto il gruppo Fiore, e da un potenziamento delle azioni di marketing verso le aziende clienti, attività cui prevediamo di assegnare una risorsa dedicata. Non va infine dimenticato un ulteriore, importante fronte, l'espansione e il potenziamento della rete commerciale: due nuove figure incaricate di presidiare le aree della regione Puglia più distanti dalla sede centrale, un progetto di ulteriore espansione per il territorio della Basilicata e, non ultimo, una presenza importante nell'area abruzzese colpita dal sisma.

Telefono
Vedi telefono
Pagina web
Visita il sito
E-mail
Invia email
Indirizzo Via Lombardia, 15
20098  San Giuliano Milanese
Milano - ITALIA
(Fare clic qui per visualizzare la mappa)