L'ELENCO DELLE AZIENDE
Contatta direttamente le aziende

Haulotte per un impianto fotovoltaico a Pisa. Un cantiere "energetico"

  • 11/05/2012, San Giuliano Milanese - Milano

  • Quando la flessibilità operativa di macchine e attrezzature consente di affrontare anche le situazioni di lavoro più inusuali, il successo è assicurato.
  • Azienda Haulotte Italia

 

Richiesta di preventivo e/o di informazioni

 

Si è verificato un errore e non è stato possibile inviare l'informazioneNon è stato possibile inviare parte dell'informazione.
Per favore, provi ancora
Per favore, provi ancora
Quando la flessibilità operativa di macchine e attrezzature consente di affrontare anche le situazioni di lavoro più inusuali, il successo è assicurato. È quanto accade in questo cantiere, dove si trovano al lavoro fianco a fianco alcuni fra i best seller della gamma di sollevatori telescopici e piattaforme aeree Haulotte.

Anche in questa fase di mercato contraddistinta da non poche difficoltà esistono settori che sembrano non conoscere crisi. Senza dubbio quello degli impianti fotovoltaici è uno di questi. Spinto, da un lato, da una crescente sensibilità ai temi ambientali, dall'altro da una politica di incentivazione particolarmente vantaggiosa, questo segmento ha visto negli ultimi anni moltiplicare il numero delle installazioni, che hanno finito per coinvolgere i contesti più svariati. Come quello che caratterizza il cantiere qui presentato: la realizzazione di una serie di pensiline attrezzate con pannelli fotovoltaici all'interno di un'ampia area di parcheggio destinata a servizio di un futuro centro commerciale nel territorio di Pisa. Un situazione, quindi, dalle molte particolarità sotto il profilo impiantistico e delle installazioni e che ha coinvolto con successo una serie di attrezzature di sollevamento Haulotte, fra cui un sollevatore telescopico HTL 3210, affiancato da alcune piattaforme articolate diesel HA16SPX e piattaforme a pantografo elettriche Compact 10.

Il progetto

L'intervento in esame si inserisce in un più ampio progetto denominato "Sviluppo Navicelli", una nuova area cantieristica sul canale dei Navicelli che unisce la Darsena pisana al Porto di Livorno. I lavori permetteranno di riattivare le condizioni di navigabilità tra il fiume Arno ed il canale dei Navicelli; dalla Darsena pisana ci si potrà quindi spostare, via canale, al porto di Livorno e, via fiume, al futuro porto turistico di Marina di Pisa, collegamenti che forniscono grandi vantaggi sia a chi volesse portare una barca dal cantiere in mare, sia a chi volesse risalire l'Arno per arrivare nel canale. Oltre ai cantieri di varie dimensioni destinati alla nautica da diporto, al rimessaggio e a tutti i servizi connessi, l'intervento prevede la realizzazione di una serie di aree commerciali e per uffici. Ed è proprio in quest'ultimo contesto che è attualmente in fase di costruzione un'ampia area di parcheggio e delle relative pensiline, su cui sono in fase di installazione oltre 4.000 pannelli fotovoltaici. I lavori, affidati alla Campinoti & Bozzoni S.p.A. di Prato - azienda specializzata in impiantistica industriale e per il settore delle energie rinnovabili - stanno coinvolgendo una serie di attrezzature di sollevamento Haulotte, fornite all'impresa dalla Toscana Noleggi di Scandicci (FI). A spiccare, all'interno del cantiere, è soprattutto un sollevatore telescopico HTL 3210, cui è affidata da un lato la movimentazione dei pannelli fotovoltaici, dall'altro, in combinazione con due piattaforme articolate diesel HA16SPX e due piattaforme a pantografo elettriche Compact 10, il posizionamento degli stessi sulle pensiline.

I mezzi in cantiere

Protagonista del cantiere qui presentato, il sollevatore telescopico Haulotte HTL 3210, con la sua altezza operativa massima di 10 m e 3.200 kg di capacità massima di sollevamento, presenta caratteristiche costruttive che lo rendono particolarmente adatto ad applicazioni nei settori costruzioni e industria. La macchina adotta una trasmissione completamente idrostatica, che offre un maggiore comfort di guida e una migliore produttività, e un nuovo design snello del braccio, grazie al quale l'operatore può godere di una visibilità laterale ottimale; in più, la presenza di stabilizzatori consente il sollevamento di carichi anche in aree di lavoro ristrette, permettendo di sfruttare al massimo le capacità della macchina.
Uno sbraccio laterale massimo di 9,00 m, altezza operativa di 16 m e una capacità di carico in cesta di 230 kg sono invece i numeri della piattaforma aerea semovente articolata Haulotte HA16SPX, macchina le cui caratteristiche consentono di lavorare efficacemente anche in condizioni particolarmente impegnative, garantendo un agevole e rapido accesso anche ai punti più difficili. Questo modello adotta un blocco idraulico del differenziale che, insieme all'altezza da terra di 38 cm, ne permette l'utilizzo su tutti i tipi di terreno; la produttività è assicurata dai comandi tutti proporzionali e simultanei, dal movimento verticale positivo e negativo del jib (140°) e dalla grande rapidità, che permette di raggiungere la massima elevazione in soli 45 secondi. Eccellente la versatilità, che trae vantaggio dalla possibilità di rotazione continua in sagoma della torretta di 360° e dalla rotazione idraulica del cestello di 180°.
Portata massima fino a 450 kg, traslazione alla massima altezza grazie al particolare dispositivo antiribaltamento, possibilità di utilizzo in interni ed esterni con medesima capacità di carico, cesta estensibile, grande autonomia i punti di forza delle due piattaforme elettriche a pantografo Haulotte Compact 10 presenti in cantiere. Caratterizzate da una altezza operativa utile di 10,15 m, le piattaforme adottano batterie da 24 V/255 Ah, che consentono una elevata autonomia; la loro compattezza - solo 1,2 m di larghezza - ne permette inoltre l'impiego anche in spazi limitati,

L'intervento

Ci racconta Matteo Pieri, responsabile del cantiere per la Campinoti & Bozzoni S.p.A.: "la nostra azienda è specializzata da oltre 50 anni nel settore dell'impiantistica elettrica, attività in cui abbiamo acquisito significative esperienze che ci hanno consentito, in quest'ultimo periodo, di rivolgerci con successo anche a nuovi mercati come quello degli impianti fotovoltaici». L'impianto di Pisa, che a lavori ultimati erogherà una potenza complessiva di 1 MW, è alloggiato alla sommità di una serie di pensiline a protezione di un ampio parcheggio, destinato a servire le strutture commerciali in corso di realizzazione all'interno dell'area. «Il nostro compito - prosegue Pieri - consiste nel montaggio di oltre 4.300 pannelli in silicio policristallino per una superficie complessiva di circa 7.000 metri quadrati, nella realizzazione dell'impiantistica elettrica e dei relativi locali tecnici. Trattandosi di una situazione operativa per certi versi inusuale, soprattutto per la particolarità delle strutture su cui installare gli impianti, abbiamo dovuto elaborare procedure di montaggio che richiedevano l'utilizzo di attrezzature di sollevamento dalle caratteristiche ben precise, che abbiamo individuato nel sollevatore telescopico HTL 3210 e in due diverse tipologie di piattaforme, le articolate HA16SPX e gli scissor Compact 10». Mentre al sollevatore è affidato il compito di movimentare e sollevare i pannelli fotovoltaici alla quota di montaggio, le piattaforme articolate consentono all'operatore presente in cesta di posizionarli sulla struttura della pensilina per poi procedere al montaggio e ai relativi collegamenti elettrici.
Le macchine, fornite dalla Toscana Noleggi di Scandicci (FI), ormai da diversi anni noleggiatore di fiducia dell'impresa, hanno evidenziato eccellenti doti di versatilità, adattandosi con grande efficienza alle particolarità di questo intervento. "Il sollevatore telescopico HTL 3210 - sottolinea Roberto Vanni di Toscana Noleggi - risulta decisamente maneggevole e ben manovrabile, offrendo un approccio di guida familiare ad ogni operatore e un'ottima visibilità, aspetto quest'ultimo particolarmente importante nel contesto in cui ci troviamo. La capacità di sollevamento è elevata, così come la precisione dei movimenti, cosa che consente di portare in quota i pannelli in tutta sicurezza e tranquillità».
Le medesime doti si ritrovano sia nelle piattaforme articolate HA16SPX che nei due modelli a pantografo Compact 10: «la grande fluidità e progressività dei comandi - sottolinea Roberto Vanni - permette un posizionamento estremamente preciso dei moduli fotovoltaici sulle strutture di sostegno, e la realizzazione dei collegamenti elettrici nella massima tranquillità. Tutto ciò si riflette positivamente anche sui tempi di ciclo, che sono risultati in questo caso particolarmente rapidi».

Telefono
Vedi telefono
Pagina web
Visita il sito
E-mail
Invia email
Indirizzo Via Lombardia, 15
20098  San Giuliano Milanese
Milano - ITALIA
(Fare clic qui per visualizzare la mappa)