L'ELENCO DELLE AZIENDE
Contatta direttamente le aziende

Haulotte per Leroy Merlin

  • 20/10/2010, San Giuliano Milanese - Milano

  • Grandi altezze per la grande distribuzione
  • Azienda Haulotte Italia

 

Richiesta di preventivo e/o di informazioni

 

Si è verificato un errore e non è stato possibile inviare l'informazioneNon è stato possibile inviare parte dell'informazione.
Per favore, provi ancora
Per favore, provi ancora

La realizzazione del nuovo punto vendita Leroy Merlin di Busnago. Una sfida progettuale e distributiva, vincolata da spazi limitati, e con una tempistica particolarmente stringente. Vinta dall'impresa esecutrice grazie al contributo determinante delle macchine Haulotte.

A una relativa uniformità tipologica e di impostazione strutturale corrisponde, negli edifici destinati al settore del commercio, una spiccata complessità distributiva e impiantistica. Da un lato l'articolazione degli spazi interni, dall'altro la massiccia presenza di impianti tecnologici - idrici, elettrici, termici - rendono l'allestimento di queste strutture un'operazione che, oltre a dover essere accuratamente pianificata in fase di progetto, coinvolge l'impiego di attrezzature di sollevamento di varia tipologia. Le quali, peraltro, sono chiamate ad offrire prestazioni differenti con il progressivo avanzamento dei lavori. È ciò che è accaduto nel quadro dell'intervento qui presentato, la realizzazione della nuova sede di Busnago (MI) del colosso francese Leroy Merlin. Contesto in cui un ruolo da protagonista è stato svolto dalle piattaforme aeree Haulotte.

La struttura

Il nuovo punto vendita Leroy Merlin, collocato nelle vicinanze del centro commerciale "Il Globo" di Busnago, è il secondo punto vendita aperto dalla catena francese nella Provincia di Monza-Brianza. Il centro rappresenta una sorta di esperienza pilota per il committente, che ha vincolato i progettisti a un non facile compito, dettato dalla limitatezza degli spazi a disposizione: concentrare tutte le referenze normalmente presenti nei centri da 8.000 m2 all'interno di una superficie su piano rialzato di soli 5.700 m2, senza naturalmente penalizzare la fruibilità del negozio da parte dei clienti. Il risultato dell'intervento, affidato alla Elettro TC di Signoressa (TV) - impresa specializzata nella realizzazione chiavi in mano di edifici a destinazione industriale e commerciale - è una struttura monopiano a elementi prefabbricati, integrata da una massiccia dotazione impiantistica che comprende, oltre alla parte idraulica ed elettrica, un importante impianto di climatizzazione, e dalle necessarie finiture interne.

I lavori, iniziati nell'agosto dello scorso anno, hanno coinvolto oltre all'impresa esecutrice - che per Leroy Merlin ha già realizzato le sedi lombarde di Caponago, Rozzano e Assago - un importante numero di subappaltatori per l'esecuzione delle lavorazioni specialistiche. Il cantiere ha proceduto a ritmi sostenuti, resi necessari dalla ridotta tempistica che prevedeva l'inaugurazione del nuovo punto vendita per il luglio di quest'anno, e ha comportato l'impiego di una nutrita flotta di attrezzature di sollevamento sia per l'installazione degli impianti, tutti collocati in quota in modo da sfruttare al massimo gli spazi all'intradosso della copertura, sia per la realizzazione delle opere di completamento dell'involucro esterno dell'edificio. Fra i mezzi utilizzati, forniti a noleggio dalla Nolven di Bellusco (MI), a fare la parte del leone sono state soprattutto le piattaforme aeree e i sollevatori telescopici Haulotte, che hanno svolto un ruolo determinante in tutte le fasi dell'intervento.

Le macchine

A raccontarci le fasi salienti dell'intervento è Alessandro Pizzolo, responsabile di cantiere della Elettro TC. «La nostra azienda vanta una consolidata esperienza nella realizzazione di questa tipologia di strutture - racconta Pizzolo -, e già conosceva bene le esigenze della committenza avendo realizzato per Leroy Merlin altri tre punti vendita in Lombardia. Le particolarità di questa struttura ci hanno tuttavia posto di fronte a nuove esigenze operative, in quanto la limitatezza degli spazi imponeva l'utilizzo di macchine particolarmente agili e manovrabili; una necessità che peraltro, con il procedere dei lavori, si è fatta via via più marcata per la necessità di operare all'interno delle corsie e scavalcare gli ostacoli che il progressivo completamento della struttura veniva a creare. Come nostra abitudine, per la fornitura delle attrezzature di sollevamento necessarie ci siamo appoggiati a una struttura di noleggio, la Nolven, che oltre a un ampio parco macchine ci ha garantito una eccellente assistenza lungo tutto l'arco dei lavori».

L'intervento ha in una prima fase coinvolto l'utilizzo di due sollevatori telescopici Haulotte per la movimentazione dei materiali all'interno del cantiere; le macchine, impegnate per una durata di circa sei mesi, hanno offerto ottimi risultati in termini di produttività operando con la massima efficienza anche all'interno di un'area limitata e su terreni in condizioni non ideali. Ma il cantiere è entrato nel vivo quando, una volta realizzata la struttura edilizia, il baricentro dei lavori si è spostato all'interno con la realizzazione delle installazioni impiantistiche. Cinque piattaforme a colonna e soprattutto due piattaforme articolate Haulotte da 12 e 15 metri sono state impiegate nella fase iniziale delle installazioni: «Avevamo già utilizzato in passato macchine Haulotte - racconta Pizzolo -, ricavando impressioni più che positive. Quando Nolven ne ha proposto l'impiego, quindi, abbiamo accolto l'offerta sapendo di poter contare su mezzi efficienti e affidabili, ma nel corso dei lavori la resa delle macchine ha superato le nostre più rosee aspettative. In particolare quando in cantiere sono arrivati modelli più impegnativi come le due piattaforme a braccio telescopico H 23 TPX, che con il loro importante sbraccio ci hanno consentito di accedere anche ai punti più difficili della struttura. Nel corso dei lavori, peraltro, abbiamo potuto apprezzare anche le doti di modelli particolari come le piattaforme semoventi verticali Star 10: macchine molto compatte e veloci, con una buona portata, che grazie al loro sbraccio di tre metri riuscivano a scavalcare agevolmente gli ostacoli presenti nelle corsie che, con il procedere dei lavori, riducevano gli spazi utili di manovra».

«In contesti di questo tipo - conclude Pizzolo - accanto all'altezza operativa utile contano le prestazioni di manovrabilità, agilità e accessibilità che la macchina è in grado di offrire; e anche sotto questo aspetto, grazie non ultimo alla competenza di Nolven e alla sua capacità di proporre di volta in volta i modelli più adatti alle specifiche esigenze operative, le macchine Haulotte hanno risposto in pieno alle nostre attese».

Telefono
Vedi telefono
Pagina web
Visita il sito
E-mail
Invia email
Indirizzo Via Lombardia, 15
20098  San Giuliano Milanese
Milano - ITALIA
(Fare clic qui per visualizzare la mappa)