L'ELENCO DELLE AZIENDE
Contatta direttamente le aziende

Freni e frizioni elettromagnetiche monodisco

  • Marca: Corbetta

Rispetto ai tipi lamellari garantiscono tempi d’innesto più brevi e maggiori velocità a gruppo aperto.


Richiedere un preventivo per prodotti in relazione in queste categorie

Informazione dettagliata del prodotto Freni e frizioni elettromagnetiche monodisco

Caratteristiche: questi gruppi sono indicati per quelle applicazioni che richiedono velocità e precisione d’innesto, semplicità costruttiva e d’installazione, essendo previsti per il funzionamento a secco. Rispetto ai tipi lamellari garantiscono tempi d’innesto più brevi e maggiori velocità a gruppo aperto distaccandosi completamente dalle due superfici d’attrito. Richiedono però una maggiore precisione di montaggio per garantire il perfetto allineamento delle parti. L’azionamento è realizzato generando un campo magnetico indotto da una bobina alloggiata nel corpo del gruppo che attira un disco scorrevole o ancora e lo porta a comprimente un anello di ferodo montato davanti all’avvolgimento in posizione adatta a non tagliare il flusso. Il disco mobile (ancora), realizzato in acciaio , presenta fresature che consentono la dilatazione dovute al calore e il raffreddamento agevolato dalle alettature frontali. Il disco fisso è realizzato in ferodo. È quindi opportuno evitare la possibilità che gocce d’olio possano sporcare le superfici d’attrito pregiudicandone l’efficienza.

Montaggio: questi gruppi possono venire montati sia in posizione orizzontale,da preferire, sia in verticale. È necessario verificare che il flusso magnetico non abbia dispersioni sulle masse metalliche circostanti diminuendo di efficacia e interferendo in altri gruppi elettromagnetici.

Regolazione: questo tipo di gruppo è auto-regolante.

Alimentazione: in esecuzione standard l’alimentazione prevista è a 24Vcc. I freni e le frizioni senza anello collettore vengono alimentati tramite cavetti o a richiesta tramite collettore. Per le frizioni di questo tipo è necessario prevedere un blocco antirotazione utilizzando l’apposita flangia. La bobina è infatti statica ma può venire trascinata dall’attrito delle sfere dei cuscinetti. Per le frizioni con anello collettore l’alimentazione è prevista tramite il contatto scorrevole sull’anello collettore di una spazzola la cui tipologia e limitazioni di velocità rimandiamo al capitolo che la riguarda; come per i freni un polo è generalmente a massa. Sebbene più costose le frizioni senza anello collettore per l’assenza della spazzola hanno un’istallazione più semplice, nessuno scintillio o perdita di contatto, velocità di rotazione più elevata e ingombri più ridotti.

Prodotti correlati con Freni e frizioni elettromagnetiche monodisco
Altri prodotti di questa azienda

.P-CTU-2734105595